La val di Merse: alla ricerca della spada nella roccia

Il 5 e 6 marzo 2011, due giorni di bici in una zona suggestiva della Toscana classica.
Due percorsi ad anello, sulle tracce di San Galgano,  prevalentemente su carrarecce sterrate percorribili agevolmente tutto l’anno. Non mancheranno brevi tratti tecnici e single track. Dal punto di vista altimetrico ci si muove in un ambiente collinare caratterizzato da salite a tratti anche molto ripide per questo entrambi i percorsi risultano abbastanza impegnativi poiché caratterizzati da continui saliscendi; si consiglia una buona preparazione escursionistica.

La val di Merse

La val di Merse è una mappa che si lascia scoprire giocando con il tempo. Zona meno nota della Toscana classica, qui le tracce del passato diventano un percorso dove il viaggiatore non viene assalito dall’ansia di vedere tutto in poco tempo. Avremo occasione di avventurarci alla scoperta di eremi, castelli, torri che sembrano voler fuggire dal mondo e sono raggiungibili solo seguendo sentieri solitari. L’abbazia cistercense di San Galgano risalente al XIII secolo è l’icona più forte della Val di Merse, dedicata al Cavaliere Galgano Guidotti che lasciò la Spada per abbracciare la Croce. Storicamente e architettonicamente è uno degli edifici religiosi più importanti del senese e costituisce l’espressione più autorevole in Italia dello stile gotico-cistercense, di cui proseguiremo l’indagine nell’escursione di metà maggio sulle ciclabili dei Navigli visitando un altro gioiello dell’architettura cistercense, l’Abbazia di Morimondo.

Nella Val di Merse vi sono stabilimenti termali, come le famose Terme di Petriolo, le preferite di Papa Pio XII, ma anche Riserve Naturali. Di recente, visto l’interesse destato dall’area sono stati sviluppati ben 11 percorsi cicloturistici e qui si corre ogni anno la Granfondo MTB della val di Merse, che in parte percorreremo, il tutto in un ambiente naturale ancora selvaggio in risveglio dal torpore invernale.

Programma

Ritrovo con auto proprie sabato 5 marzo ore 7:30 al vecchio casello autostradale di Sasso Marconi, oppure alle ore 10:00 direttamente all’albergo a Monticiano, dove lasceremo le nostre auto per due giorni. Prevedere pranzo al sacco in entrambe le giornate anche se si attraverseranno paesi con bar e servizi. Cena e pernottamento all’Albergo da Vestro. Portare il costume da bagno, non si sa mai!

1° giorno Alta Val di Merse

itinerario che ricalca in parte il percorso della Gran Fondo della Val di Merse in un continuo saliscendi lungo il fiume toccando alcuni borghi che qui si affacciano: Pentolina, Torri, Stigliano e Orgia per poi rientrare a Monticiano.

Km 55 disl. 1200 mt. ca.

2° giorno percorso verso l’abbazia di San Galgano

eremo di Montesiepi (custode della spada nella roccia), Chiusdino (città natale di Galgano), Mulino Bianco (proprio quello della pubblicità), l’antica strada maremmana che riconduce a Monticiano.

Km 45 disl. 900 mt. ca.

Brevi note sul percorso:

I due percorsi ad anello, misti asfalto e sterrato si svolgono prevalentemente su carrarecce sterrate percorribili agevolmente tutto l’anno. Non mancheranno brevi tratti tecnici e single track. Dal punto di vista altimetrico ci si muove in un ambiente collinare caratterizzato da salite a tratti anche molto ripide per questo entrambi i percorsi risultano abbastanza impegnativi poiché caratterizzati da continui saliscendi; si consiglia una buona preparazione escursionistica.

Difficoltà: MC (vedi Scala di difficoltà delle escursioni)

Bici consigliata: percorso solo per MTB

Costo gita

  • €  5,00  SOCI   CAI
  • €  12,00 NON SOCI CAI
Altri costi:
  • Albergo € 58,00 in trattamento di ½ pensione.
  • Costo del viaggio in auto per raggiungere Monticiano.
  • Extra personali.
Attenzione:   per partecipare alla gita occorre segnalare il proprio interesse e versare in sede, la caparra confirmatoria di € 20,00
ENTRO IL  13 FEBBRAIO 2011
la gita si svolgerà con un numero minimo di 10 partecipanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.