Vergato>Cereglio>Querciola>Silla

Sabato 21 maggio 2011

Da Vergato ci si inoltra sulla provinciale per Cereglio. La strada comincia subito a salire con lieve pendenza che poi si accentua gradatamente, ma mai oltre il 5 %; gli ampi tornanti consentono una bella vista sulla vallata del Reno con Montovolo e Monte Vigese a fare da sfondo.

Dopo i primi chilometri la strada si fa più piana e consente di raggiungere Cereglio (mt 635) senza troppo affanno: siamo al Km 9, è il momento giusto per la pausa caffè. Riprendiamo a salire dolcemente fino al passo Sella della Croce a quota 902 mt., il punto più alto della giornata; raggiungiamo Rocca di Roffeno e poi cominciamo a scendere fino alla Bocca di Ravari dove ci si immette sulla provinciale 632 che proviene da Zocca. Siamo quasi al Km. 18, transitando per Serra Sarzana incontriamo il complesso storico di Torre Jussi, risalente al sec. XVII e che durante la battaglia del 14 aprile ’45 costituì una solida roccaforte per i

tedeschi che vi resistettero a lungo contro gli assalti americani. (se troviamo il custode forse potremo visitarlo). Le colline boscose che la sovrastano conservano ancora i resti di numerose fortificazioni. In 3 Km. di discesa giungiamo a Castel d’Aiano dove potremo fermarci in alcuni negozi molto invitanti per eventuali rifornimenti di cibo per poi riprendere a pedalare verso il Passo Brasa (a 895 mt) e con un piccolo ulteriore sforzo arrivare alla nostra meta della sosta pranzo: il santuario della Madonna di Brasa. Un silenzioso giardino con ombra, panchine e fontanella che protegge i ricordi degli orrori e distruzioni del passato quando i bombardamenti alleati nel novembre 1944 colpirono pesantemente Castel d’Aiano che si trovavamo in mezzo alla famosa Linea Gotica, distruggendo parte del paese e completamente il Santuario di Brasa. Dopo la sosta, torniamo sulla provinciale e ci dirigiamo verso Gaggio Montano, prima in discesa, poi in falsopiano, di nuovo in salita fino al bivio per Iola e poi tutta discesa fino a Gaggio (Km. 37 – 680 mt.). Breve sosta per poi attaccare la ns ultima salita che ci porterà agli 823 mt. della Querciola (al Km. 43) e da qui inizia la discesa finale che, attraversando Lizzano in Belvedere, ci accompagnerà fino a Silla dove potremo ristorarci con una meritata sosta in gelateria !!!!

Programma: Ritrovo ore 7:40 stazione centrale, piazzale Ovest; si prende il treno per Vergato delle ore 08:04; ritorno con treno da Silla e arrivo previsto a Bologna per le ore 18.30 circa (s.i.)

Percorso: tutto su strada; dislivello mt +800/-650 circa ; lunghezza totale km. 65 circa; difficoltà: MC (vedi schema qui sotto riportato)

Bici consigliata: percorso per trekking bike o altra bici con gomme lisce

Costo gita € 2,00 SOCI CAI – € 10,00 NON SOCI CAI

Per partecipare alla gita occorre segnalare il proprio interesse all’accompagnatore ENTRO IL 20 MAGGIO 2011

Accompagnatore: Mario Melega – Info: ( mario.melega@alice.it – tel. 349 3775372)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.