Parco dell’Acquerino

9 luglio 2011

Una classica ri-proposta  annuale  che ci porta sui sentieri del CAI di Prato nel tratto Appenninico tra le valli del Bisenzio e della Limentra nel Parco dell’Acquerino.

In treno+bici fino a  Pracchia (mt.607), poi prendendo a fianco della stazione una stradina asfaltata che sale con pendenza a tornanti e con fondo sterrato arriveremo al Passo di Collina (m.932,). Da questo valico si scende per circa 500 metri in direzione di Pistoia e si devia verso sinistra, sempre su asfalto (indicazioni per Acquerino).

Il tratto da questo punto sino al rifugio Pacini, pur svolgendosi su asfalto è decisamente panoramico ; si snoda in una splendida faggeta, dapprima in salita sino al valico (m.1074) sotto i Monti Lattai, poi in discesa sino alla frazione di Acquerino (m.902).

Si entra così in una stretta valle che scende verso nord, seguendo il corso del fiume Limentra sino alla località di Monachino e poco dopo si incontra un bivio, che con una stradella sterrata sulla destra sale al rifugio Pacini (m.1001), bella costruzione in pietra del CAI di Prato, gestita in modo impeccabile dai volontari della sezione.

Da qui possibilità di relax nell’area verde del rifugio, detta Pian della Rasa , poi seguendo il sentiero CAI 00 in una faggeta fino alla fonte di Pluto, incrocio alle Cattarelle, arriveremo al piccolo borgo di Gavigno, (Parco dell’Acquerino-Cantagallo) dove scenderemo per sentiero al guado oscuro sul torrente Carigiola, in risalita verso Cavarzano e poi direzione Vernio – Montepiano tutta in discesa e asfalto.

Programma: Ritrovo in stazione centrale Bologna; partenza treno ore 07:04 per Pracchia (linea Porretta)  ORARIO DI PARTENZA DA CONFERMARE
Ritorno: treno dalla stazione di Vernio – Montepiano per Bologna
Percorso: Km totali  31  –  Dislivello totale – 1200 m; difficoltà:  MC
Durata del giro con sosta per panino o spuntino al rifugio  :      6 h     Medio

Riferimenti: carta dei sentieri della Provincia di Prato 1:50.000 del CAI di Prato