COLLI EUGANEI – 13/10/2012

SABATO 13 OTTOBRE 2012

I Colli Euganei, dolci rilievi di origine vulcanica, sorgono al centro della Pianura Veneta. La fauna e la vegetazione hanno qui trovato un luogo ideale per mantenersi intatte nei millenni e anche l’uomo vi stabilì i suoi insediamenti fin dalla preistoria. Nel corso dei secoli questo intreccio tra uomo e natura ha determinato il sorgere di un paesaggio particolare e bellissimo, che si pensato di proteggere con l’istituzione, nel 1989, del Parco Regionale dei Colli Euganei. Il paesaggio autunnale della zona, ora ricca di vigneti da cui si traggono pregiati vini, è particolarmente suggestivo nell’autunno con i suoi colori caldi e variegati.

l territorio dei Colli Euganei risulta abitato fin dalla preistoria. intorno al V millennio a.C., sorsero i primi insediamenti umani stabili. Numerose sono le testimonianze relative a questo periodo, durante il quale si sviluppò la civiltà degli Euganei che ebbe in Padova e Este i principali centri. Intorno al VII sec. vi si stabilirono i Veneti, mentre la civiltà romana arrivò intorno al II sec. a.C. Nel Medioevo la zona rappresentò un rifugio sicuro e un luogo strategico: sorsero così conventi e castelli un po’ ovunque. Dal XV secolo la zona dei Colli entrò a far parte della Repubblica di Venezia, e i patrizi veneziani che apprezzavano la bellezza e tranquillità di questi luoghi, vi costruirono ville stupende alcune delle quali ora aperte al pubblico.  La nostra ciclo escursione comincerà dal piazzale della stazione di Monselice per poi attraversare i paesi di   Baone,  Este, Calaone, Valle San Giorgio, Cinto Euganeo Fontanafredda, saliremo al Passo Roverello per poi raggiungere Galzignano Terme e rientrare a  Monselice.  Trattandosi di giro ad anello, chi lo desidera può raggiungerci in macchina  direttamente alla stazione di Monselice alle ore 09.30.

Difficoltà: MC (Percorso  su strada asfaltata  a bassa densità di traffico e piste ciclabili; pendenze collinari con dislivello massimo 13% ); totale km. 60 circa.

Bici consigliata: Adatto a trekking bike, city bike ed altre bici da strada.

PRANZO AL SACCO (possibilità di pranzo in trattoria tipica, da comunicare alla prenotazione)

Ritrovo 07.45 stazione di Bologna piazzale  Ovest; (partenza treno ore 08.12 per Monselice); rientro previsto con il treno delle ore 16.44 da Monselice,  arrivo a  Bologna per le ore  17.49

Costo gita  €  2,00  SOCI   CAI   –    €   7,00  NON SOCI CAI (+ costo biglietto treno a/r pari a € 16,00 +3,50 bici)

Per partecipare alla gita occorre segnalare il proprio interesse all’accompagnatore   entro il VENERDI’ 5 OTTOBRE p.v.

NUMERO MASSIMO PARTECIPANTI IN TRENO:  12

Direttore di gita:  GABRIELE ROSA – Info: ( gabriele_rosa@alice.it – tel. 348 2558420 – 3664215174)

* E’ fatto obbligo a tutti i partecipanti di indossare il casco,   portare camere d’aria di  scorta,  kit di riparazione ed attrezzatura per piccoli guasti alla propria bici * Il percorso potrebbe subire variazioni ad insindacabile giudizio dei direttori di gita * Portare lucchetto per bicicletta * L’accettazione dei partecipanti è ad insindacabile giudizio dei direttori di gita.

Scala difficoltà dei percorsi di CICLOTURISMO  in conformità alle  indicazioni del C.A.I.  sezione di BOLOGNA

La difficoltà viene espressa con una sigla per la salita e una per la discesa, separate da una barra (/). Alle sigle può essere aggiunto il segno +, se sono presenti tratti significativi con pendenze sostenute.  (Per “sconnesso” si intende  un fondo non compatto e cosparso di detriti; si considera “irregolare” un terreno non scorrevole segnato da solchi, gradini e/o avvallamenti)

TC (turistico) Piste ciclabili, facili sterrati a fondo compatto,  strade asfaltate a bassa densità di traffico motorizzato; percorsi medi e dislivelli irrilevanti;
MC (medie capacità tecniche) Piste ciclabili, facili sterrati,  strade asfaltate a bassa densità di traffico; percorsi lunghi e dislivelli  a volte anche impegnativi  ove necessita cmq un buon allenamento fisico.

Per il regolamento gite si deve intendere quanto indicato nelle normative pubblicate sul sito www.ciclocai.bo