attorno a MONTE VENERE – 14/10/2012

DOMENICA 14 OTTOBRE 2012

La Valle del Savena e i suoi mulini, vista dall’alto; verdi e freschi sentieri che si snodano fra castagneti, boschi di roverella e pascoli, a tratti un ruscello o una sorgente, una riscoperta di ambienti naturali nel silenzio e nella tranquillità.

Salita in bici fino a Monzuno dove si svolge la Festa del Tartufo e delle Castagne, due prodotti tipici dell’Appennino bolognese; una breve sosta, poi prenderemo per Monte Venere su  un tratto della via degli Dei sul crinale con ampie vedute sullaValle del Savena e del Setta fino all’agriturismo Le Croci sotto Monte Galletto.

Da qui vista su Cedrecchia e sulla BO-FI. Seguirà una lunga gincana in un anello nel bosco sul versante sopra il torrente Sambro, da dove scendono i ruscelli  affluenti, su uno dei quali scopriremo il Molinello. Risaliremo di nuovo verso il crinale di Monte Venere imboccando il sentiero CAI che ci porterà a Trasasso, poi dalla chiesa scenderemo per un  panoramico sentiero, alcuni tratti a piedi, immerso nel verde fino al Molino di Donino.  Sulla Fondovalle Savena incroceremo il  Mulino di Grillara e dell’Allocco, per i più arditi ci sarà ancora un sentiero CAI da esplorare sulla sponda sinistra del Savena che ci riporterà all’incrocio di Loiano sulla fondovalle..

Possibilità di pranzare presso una trattoria sulla fondovalle, da verificare.

Programma: : Ritrovo  ore 09.15 all’incrocio LOIANO-MONZUNO sulla fondovalle del Savena.

DifficoltàMC/MC ( vedi schema qui sotto riportato);  Lunghezza totale: 36  km; dislivello: 1300 mt circa

Bici consigliata: percorso per MTB

Costo gita:   €  2,00   SOCI   CAI –  €  7,00  NON  SOCI

Per partecipare alla gita occorre contattare l’accompagnatore,  indicando inoltre, eventuale interesse per il pranzo  entro il giovedì 11 ottobre  2012

Direttore di gita:  CARLA GARAVAGLIA ( tel. 333-6931964)  –  (carla.garavaglia@unibo.it)

* E’ fatto obbligo a tutti i partecipanti di indossare il casco, portare camere d’aria di  scorta,  kit di riparazione ed attrezzatura per piccoli guasti alla propria bici * Il percorso potrebbe subire variazioni ad insindacabile giudizio dei direttori di gita * Portare lucchetto per bicicletta * L’accettazione dei partecipanti è ad insindacabile giudizio dei direttori di gita.

Scala difficoltà dei percorsi MTB  in conformità alle indicazioni del C.A.I.  (commissione  nazionale)

La difficoltà viene espressa con una sigla per la salita e una per la discesa, separate da una barra (/). Alle sigle può essere aggiunto il segno +, se sono presenti tratti significativi con pendenze sostenute.  (Per “sconnesso” si intende  un fondo non compatto e cosparso di detriti; si considera “irregolare” un terreno non scorrevole segnato da solchi, gradini e/o avvallamenti)

TC (turistico) percorso su strade sterrate dal fondo compatto e scorrevole, di tipo carrozzabile;
MC ( media capacità tecnica) percorso su sterrate con fondo poco sconnesso o poco irregolare (tratturi, carrarecce…) o su sentieri con fondo compatto e scorrevole;
BC ( buone capacità tecniche) percorso su sterrate molto sconnesse o su mulattiere e sentieri dal fondo piuttosto sconnesso ma abbastanza scorrevole oppure compatto ma irregolare, con qualche ostacolo naturale (per es. gradini di roccia o radici);
OC (ottime capacità tecniche) come sopra ma su sentieri dal fondo molto sconnesso e/o molto irregolare, con presenza significativa di ostacoli.

Per il regolamento gite si deve intendere quanto indicato nelle normative pubblicate sul sito www.ciclocai.bo