MTB CicloCai Bologna

Organizzatore

Marco Fantazzini
Telefono
3474231448
Email
marcofanta@live.com

Data

22 - 24 Lug 2022

DoloTour

Il percorso si svolgerà in tre giornate partendo da Canale D’Agordo che
è un borgo alpino noto per avere dato i natali a Papa Luciani situato nella
valle del Biois alla confluenza della Val Gares.

Il primo giorno si parte per Falcade su sterrata fino all’impianto che ci
condurrà a quota 2200 m sopra al lago di Cavia e sotto il Col Margherita,
da qui si scende al Passo San Pellegrino proseguendo nella caratteristica
Valfredda punteggiata da numerose baite fino al rifugio Fuciade. D’ora
in poi si affronta la dura salita dove a tratti occorre spingere la bici fino
al passo della Forca Rossa. Qui si apre il panorama con la vista della
Valle Pettorina, si scende per la discesa dapprima a tornantini e poi
sterrata, alla Malga Ciapela e quindi si sale su strada fino alla Capanna
Bill dove alloggeremo
31 km, + 1300 m, – 900 m
Il secondo giorno si sale al passo Fedaia, incastonato tra la Marmolada e
la lunga sequenza di cime che va dal Pordoi a Porta Vescovo, il Padon e
le Crepe Rosse.
Si oltrepassa la diga e si scende su veloce sentiero a tratti tecnico verso
Campitello in Val di Fassa, si prosegue su bella ciclabile fino a Moena e
da qui in poi la dura salita della Rampilonga conduce al traguardo del
Passo di Lusia dove si soggiorna al rifugio omonimo.
41 km, +1100 m, – 800 m
Il terzo giorno è considerato l’apoteosi del tour, si sprecano gli aggettivi
per ammirare i panorami mozzafiato, le splendide valli e le lunghissime
discese appaganti. Si scende al delizioso Paneveggio e poi si prosegue
per inoltrarci nella meravigliosa Val Venegia che si percorre
interamente fino a salire alla Baita Segantini. Ora su un percorso veloce
che dal Passo Rolle taglia ripetutamente la statale, si scende a San
Martino di Castrozza dove si prende la funivia che sale al Rosetta
nell’altopiano delle Pale: roba da rimanere a bocca aperta.
Adesso si percorre la immensa pietraia sulle tracce della strada militare
del 15/18 e dopo il passo Antermarucol si raggiunge la malga Campigat dove
inizia l’ultima discesa inebriante che scende nella graziosa Val di Gares
assordata dalle cascate delle Comelle e infine si prosegue per Canale.
50 km, + 800 m, – 2300 m
Si consiglia di portare il necessario indispensabile nello zaino e poco
altro senza attrezzare le bici con borse varie, è preferibile la bici
biammortizzata, dotarsi dei ricambi e bici in perfetto stato di
manutenzione